Blog Gentest

Dipl. Biol Joelle Apter
 Dipl. Biol Joelle Apter

La disassuefazione dal fumo viene impedita a livello genetico

L'assuefazione si eredita. Sorge un quesito: i figli ereditano il vizio del fumo dai genitori fumatori in quanto hanno ereditato tali requisiti genetici? O perché sono abituati a vedere fumare in casa? Oppure perché vogliono fare qualcosa contro la volontà dei genitori?

Studi comparati hanno mostrato che la genetica è la prima ad essere responsabile del numero di sigarette che un individuo fuma in un giorno. Le influenze da parte dell'ambente sembrano svolgere un ruolo dominante quando qualcuno inizia a fumare. Ciò significa che l'ambiente in cui vivono i giovani, la funzione "modello" dei genitori, ecc… aumentano o diminuiscono l'inclinazione dell'individuo al fumo. La portata della dipendenza del fumatore è poi stabilita dai geni.

I requisiti genetici sono inoltre responsabili della facilità o della difficoltà del fumatore a smettere di fumare.

Zurich, 09.04.2012

Archivio