Blog Gentest

Dipl.-Jur. Roman C. Scholz
 Dipl.-Jur. Roman C. Scholz

Analisi delle origini con la genealogia del DNA

La storia dei nostri progenitori è forse la storia più entusiasmante di tutti i tempi. E' la storia dell'umanità. Per secoli le poche ossa ed i pochi oggetti lasciati dai nostri avi nel loro cammino, sono stati gli unici punti di riferimento su cui si sono basati gli antropologi e gli archeologi. Per questo non è stato possibile comprovare in pieno le diverse teorie evoluzionistiche. E' stato solamente negli ultimi 20 anni che i ricercatori hanno scoperto nel DNA di esseri umani in vita, delle prove inerenti alle migrazioni dei loro avi in tempi remoti.

Il DNA si presenta identico in tutti gli esseri umani nel 99,9 % dei casi. Il rimanente 0,1% sta alla base delle diversità individuali (ovvero il colore degli occhi, determinati rischi a determinate malattie o deviazioni senza alcuna funzione evidente). In tutti i periodi dell'evoluzione si assiste almeno una volta, in differenze non funzionali, alla casuale ed innocua variazione di DNA (mutazione), che viene tramandata a tutti i discendenti di quella stessa persona. La stessa mutazione compare generazioni a venire nel DNA di due esseri umani. E' quindi chiaro che queste persone hanno avi in comune. Il confronto di determinati segmenti del DNA (geni marker) in vari campioni di popolazione rende possibile osservare ulteriori rapporti di parentela.

Un test iGENEA vi permette di verificare le vostre vere origini per mezzo di un semplice campione di saliva. A mezzo di ciò verranno stabiliti il vostro aplogruppo, il vostro popolo d'origine e la vostra regione d'origine. Il test da anche la possibilità di un accesso illimitato nel tempo alla più imponente banca dati della genealogia del DNA, dove potrete rintracciare parenti finora sconosciuti e participare a de progetti per ampliare la ricerca d'origine.

Zurich, 03.08.2013

Archivio